Radianti

 

faviconvara

Vara Impianti

curva benessere

Radiatori pannelli radianti a pavimento curva ideale

Come evidenziato dalla curva ideale riportata nell’immagine sopra,per poter assicurare in un locale condizioni di benessere termico si devono mantenere zone leggermente piu calde a pavimento e piu fredde a soffitto.

Gli impianti che meglio si prestano ad offrire tali condizioni sono quelli a pavimento radiante, sia grazie alla specifica posizione (a pavimento) dei pannelli, sia grazie al fatto che essi cedono calore principalmente per irraggiamento, evitando cosi il formarsi di correnti convettive d’aria calda a soffitto e fredda a pavimento.

Se si traccia il profilo di temperatura di un locale riscaldato con impianto a radiatori e di un altro locale riscaldato con impianto a pavimento, si puo vedere che in quest’ultimo caso la curva meglio si approssima a quella del benessere ideale.

L’aria uniformemente riscaldata alla stessa temperatura impedisce che si inneschino fastidiosi moti convettivi che causano la circolazione delle polveri, spesso motivo di fastidiose allergie,negli ambienti riscaldati a radiatori, RENDENDO QUESTA TIPOLOGIA IMPIANTISTICA L’IDEALE PER SCUOLE, ASILI E AMBIENTI MOLTO FREQUENTATI.

Avere una temperatura dell’aria limitata e di notevole vantaggio per il comfort degli occupanti,in primo luogo perche aria meno calda e anche meno secca e cio va a beneficio del sistema respiratorio.

Valori di umidita relativa in ambiente inferiori al 40% e superiori al 60% comportano l’insorgere di diversi problemi alla qualita dell’aria.

Pur non esistendo un rigoroso criterio di benessere come per la temperatura ambiente, e consigliabile mantenere i valori di umidita relativa all’interno del range sopra menzionato.

Inoltre, una temperatura contenuta dell’aria permette di aumentare lo scambio termico per convezione a cui e sottoposto il corpo umano, mentre fa diminuire quello per irraggiamento con la struttura della casa,rendendo le proporzioni di scambio termico piu vicine ai rapporti ideali gia’ considerati.

In questo modo l’uomo e sottoposto a condizioni climatiche piu naturali e meno “forzate”.

SOMMARIO CARATTERISTICHE E VANTAGGI:

L’impianto a pannelli radianti a pavimento garantisce una distribuzione omogenea del calore e un elevato benessere in ambiente grazie alla riduzione dei moti convettivi dell’aria e all’eliminazione dell’umidita in prossimita del pavimento, in particolare nelle abitazioni confinanti col terreno.

L’utilizzo del sistema radiante a pavimento consente, inoltre, la massima liberta nella scelta dell’arredamento poiche lascia libere tutte le pareti.

I pannelli radianti a pavimento consentono di raggiungere una situazione di benessere anche con temperature ambiente inferiori ai 20°C, tipicamente 18/19°C, garantendo il massimo comfort termico e riducendo le dispersioni dell’edificio, oltre che un risparmio energetico elevato, in particolare in abbinamento a caldaie a condensazione.

VANTAGI ECONOMICI:

Gli impianti a pannelli radianti, grazie alla particolare diffusione del calore e alla grande dimensione del “corpo scaldante” utilizzato, operano normalmente con temperature dell’aria dei locali riscaldati ridotte di 1-2°C rispetto a quelle di un impianto tradizionale.

Questo aspetto e estremamente importante perche permette un notevole abbattimento dei consumi energetici.

Combinando poi le tecnologie piu avanzate dei moderni generatori di calore con il riscaldamento a pavimento si possono raggiungere risultati eccezionali a livello di rendimento termico nell’arco dell’anno, con risparmi valutabili intorno al 25%÷40% rispetto a impianti tradizionali.

Nel caso di riscaldamento nelle mansarde (i locali sono dotati di altezze piu alte ), i risparmi ottenibili sono ancora maggiori perche si riscalda ad altezza d’uomo e l’aria della parte alta non e interessata dal riscaldamento.

VANTAGGI IGIENICI

Dal punto di vista dell’igiene il riscaldamento a pavimento presenta delle caratteristiche estremamente interessanti.

Prima fra tutte, essendo il pavimento anche il corpo scaldante, diventa facile e naturale la pulizia dello stesso.

Negli impianti a pavimento l’assenza di convettori per il riscaldamento esclude totalmente la formazione di nidi di polvere,inoltre la bassa differenza di temperatura tra pavimento e ambiente (circa 4°C) non provoca moti convettivi, riducenotevolmente il sollevamento della polvere e con essa anche dei batteri che possono causare allergie.

Risulta infine importante sapere che i pavimenti riscaldati sottraggono ai batteri, in particolare agli acari della polvere, il loro elemento vitale, cioe l’umidita.

L’essiccamento della superficie del pavimento protratto per tutta la stagione invernale è sufficiente a bloccare la diffusione degli acari della polvere domestica nei pavimenti, compresi quelli in moquette.

VANTAGGI ESTETICI

Un riscaldamento nel pavimento offre molte possibilita di strutturazione dell’ambiente riscaldato.

Poiche il calore viene emesso in modo invisibile tramite il pavimento, non occorre pensare alla sistemazione di elementi costruttivi visibili quali possono essere le nicchie per radiatori, i radiatori stessi, i termoconvettori, ecc.

Questi “sub inquilini” quasi inevitabili in uno spazio abitativo creato con grande spesa occupano molto spazio, si fanno notare spiacevolmente e limitano in modo sostanziale le alternative architettoniche della disposizione di pareti e finestre, diminuendo le possibilita di collocare i mobili.

Con il riscaldamento a pavimento si acquista quindi maggiore liberta nella strutturazione degli ambienti potendo sfruttare al meglio lo spazio disponibile.

Inoltre nel caso di scuole,asili,asili nido si riduce a zero il rischio di infortuini contro i corpi scaldanti o il rischio di scottature da parte dei bambini.

vantaggi che ancor più si evidenziano sono:

– possibilita di realizzare impianti a zone:

– buon funzionamento delle valvole termostatiche:

negli impianti a collettori, il fluido caldo viene inviato contemporaneamente a tutti i corpi scaldanti, che di conseguenza vanno a regime in tempi pressoche uguali.

– Conteggio elettronico con lettura diretta sul display all’interno dell’alloggio oppure tramite lettura generale dal quadro centralizzato a piano interrato (con possibilita si scarico dati tramite PC).

CONCLUSIONI:

Scegliere un impianto di riscaldamento a basso consumo è di fondamentale importanza,soprattutto alla luce dell’impegno preso dal Parlamento Europeo con la direttiva 2002/91/CE (recepita in Italia dal D.Lgs. 19 agosto 2005 n. 192, successivamente modificato dal D.Lgs. 29 dicembre 2006 n.311).

Essa stabilisce che devono essere applicati nuovi parametri di progettazione edilizia allo scopo di portare il mercato immobiliare a produrre edifici a bassi consumi derivanti da scelte architettoniche mirate e da soluzioni impiantistiche evolute.

Oggi tutte le nuove costruzioni e quelle oggetto di importanti ristrutturazioni devono rispettare un valore minimo di rendimento energetico.

Cio’ da un lato per ridurre i consumi di energia in Europa (il 40% riguarda il settore edilizio residenziale e terziario), dall’altro per introdurre maggiore trasparenza nel mercato immobiliare, in modo da tutelare maggiormente gli acquirenti.

Gli impianti a pavimento radiante vanno nella direzione indicata dall’Unione Europea, consentendo risparmioenergetico e comfort in ambiente.